Follow by Email

domenica 22 luglio 2012

HONEY SOMEWHERE IN TIME - (sarebbero le pagine 89-93)

Un po' di chiarezza, o rischiate di essere annientati dai cambiamenti in corso.


Come vedrete, in questa uscita vi sono dei bruschi cambi di stile.
Come mai?
La settimana scorsa ho comprato della carta degna di questo nome. Si, perché fino a questo momento i miei fumettacci sono stati disegnati si cartoncino dozzinale, liscio e bianco, di quelli che possono essere inseriti anche nelle stampanti laser. Non era assolutamente roba nata per il disegno, per le matite o per l'assorbimento della china.
Dal momento che spendo non poco per comprare inchiostro di qualità, ho pensato che sarebbe stato davvero ridicolo continuare ad usare carta scadente. Sarebbe stato un po' come sprecare sia le energie sia l'inchiostro. Inoltre, il dettaglio a matita (a me piace usare una tecnica mista di inchiostro e matite) non rende affatto nella scansione: il foglio liscio "da stampante" non dà modo di lavorare con la grafite per sfumare i toni di grigio.
Così ho comprato dei fogli degni di questo nome (e anche ben più costosi delle normali risme...)
Ho deciso subito di fare una prova e così ho disegnato le pagine 89 e 90 di questa uscita.
Come potete vedere sono diverse sia nell'impostazione che nella resa. Ho ancora molto da imparare e devo prendere dimestichezza con il nuovo materiale. Ho così sostituito il racconto di Honey (che era quasi solo testo nella versione originale) con questo qui, dove la figlia delle tenebre racconta cosa è successo, o cosa sta per accadere. La cosa buona è che, al di là della resa, fare queste due pagine mi ha fatto venire un'idea per il prossimo futuro.
A pagina 91 lo stile torna quello di sempre. Come mai? Beh, come molti sapranno, io ho già
pronte, bell'e disegnate diverse pagine (circa altre 60) e quelle che state leggendo ora (fatte salve la 89 e 90 che ho disegnato la settimana scorsa) sono stare realizzate diversi mesi fa, credo subito dopo Natale o qualcosa del genere. Nel tempo, lo stile andrà a modificarsi anche grazie ai nuovi materiali (le pagine che state leggendo non fanno nemmeno uso degli inchiostri professionali COPIC che sto usando ora).


Un'altra cosa, non meno importante.
Finora il titolo del fumetto è stato "CROCEVIA DELLA MORTE", ma questo era il titolo provvisorio. La prossima storia (che inizierete a leggere nel 2013) assumerà il titolo definitivo della serie: "LA FIGLIA DELLE TENEBRE". Al titolo della "testata" verrà poi aggiunto il titolo dell'avventura che si sta leggendo.
Abbandoniamo il Crocevia della Morte, dunque, per avventurarci fra le pagine de "La Figlia delle Tenebre". Mandiamo in pensione anche la dicitura "Capitolo 1", perché qui ci stiamo invece occupando del "numero 1", o "albo 1" o "volume 1"... come lo dobbiamo chiamare, secondo voi? Albo mi ricorda il passato, ma forse "numero" o "volume" sono più appropriati.


Va bene, basta con le ciance. La linea va ad Honey Venom.


 Pag. 89

 Pag. 90

 Pag. 91

 Pag. 92

Pag. 93

domenica 8 luglio 2012

Crocevia della Morte, Capitolo 1 - (pag.85-88)


Buonasera.
Questa settimana ho combinato un piccolo casino.
O meglio, il casino l'ho fatto tempo fa, quando ho disegnato queste tavole.
In poche parole: ho disegnato i baloon troppo piccoli rispetto al testo che ci volevo mettere. E così alcuni dialoghi sono stati sacrificati.
Non che sia uno sceneggiatore di calibro... quindi non vi siete persi gran che.

Solo una precisazione: a pag. 86, il testo originale diceva:

Lentiggini: "Ma stai zitta, stupidona! Smettila. Siamo donne, non puoi venirmi a dire che non ti accorgi di quando gli altri ti mettono gli occhi addosso. Non dirmi che non te ne rendi conto, perché non ci credo!"

Honey: "Beh…si…naturalmente me ne accorgo… ma i maschi sono idioti…loro guardano tutte le donne che vedono in giro. Non provo nessuna sensazione quando mi guardano…"

E questo è quanto, gente! Magari è meglio adesso, chissà!
Comunque, sono un pessimo! XD

 Pag. 85

 Pag. 86

 Pag. 87

Pag. 88